Cura

5 consigli utili per prenderti cura del tuo carlino

I carlini sono animali stupendi e, al contempo, molto delicati. Se non hai mai avuto un carlino potresti avere molti dubbi su come occuparti di lui, perchè ti accorgerai fin dai primi giorni che non è un cane comune.

5 cose da sapere sulla cura del carlino

Ci sono molte cose di cui preoccuparsi quando si è proprietari di un carlino, ma voglio iniziare con darti alcuni semplici consigli che ti saranno molto utili:

1. COCCOLE A VOLONTA’

Il carlino è un animale molto sensibile, ha bisogno di tutto l’amore che puoi dargli. Necessita del contatto umano e della vicinanza della sua mamma o papà umani, non lasciarlo solo per troppo tempo, potrebbe soffrirne terribilmente. Non sgridarlo senza prima chiederti se lo stai educando nel modo corretto; una pipì in casa ogni tanto la si può perdonare a favore di quel musino tenero che ti dormirà a fianco ogni notte.

2. IGIENE E PULIZIA

Un carlino pulito è un carlino sano. Caratteristica unica di questa razza sono le pieghe del loro musino che vanno pulite quotidianamente per evitare il formarsi di batteri e spiacevoli infezioni. Se vuoi sapere come pulire le rughe del tuo carlino leggi il mio articolo “Pulizia e cura delle rughe del carlino“.
Anche le orecchie richiedono una cura notevole e un’ispezione settimanale per controllare che non vi sia troppo cerume o, ancor peggio, la presenza di malassezia.
Gli occhi, per la loro forma sporgente, sono delicatissimi e soggetti a innumerevoli infortuni; anche il freddo è loro nemico, tieni sempre con te un collirio rinfrescante e una soluzione oftalmica per le emergenze.

Per una corretta e completa igiene dovrai abituare il tuo Carlino a fare il bagnetto almeno una volta al mese. Utilizza uno shampoo apposta per i cani, io preferisco i prodotti naturali e biologici.
Questo aiuterà a prevenire la pelle secca che porterebbe il Carlino a grattarsi incessantemente e a ferirsi la pelle. 

3. ALIMENTAZIONE

L’alimentazione è parte fondamentale per il benessere del tuo carlino. Molti problemi di salute si sviluppano a causa di una cattiva nutrizione.
Non esiste un cibo che sia indiscutibilmente adatto a tutti i carlini, dovrai essere tu a trovare il giusto equilibrio: per capire se stai facendo bene, osserva lo stato di salute del tuo carlino: diarrea, vomito, apatia e/o prurito possono essere i segnali di un’alimentazione non corretta.

Il carlino è un mangiatore accanito e l’obesità è uno dei problemi di salute che va tenuto sotto controllo.
Quando si tratta di cibo la maggior parte dei Carlini non conosce il significato della parola “basta”, non farebbero altro che mangiare e mangiare tutto il giorno e, di conseguenza, possono diventare facilmente in sovrappeso. 
Un peso eccessivo può creare gravissimi problemi di salute e pregiudicare il buon funzionamento del cuore e della respirazione già difficoltosa. Noi proprietari abbiamo il dovere di assicurarci che il cane rimanga negli standard per la sua età e le sue dimensioni.

4. ATTENZIONE AL METEO

Il caldo e le temperature afose sono spesso causa di morte nel carlino. Il breve naso (brachicefalo) del Carlino lo rende più sensibile al caldo e dunque ai colpi di calore. E’ importantissimo preservare il tuo carlino da questo tipo di malore evitando di tenerlo all’aperto in estate.
Sono vietate le passeggiate sotto il sole ed è preferibile tenere il carlino in casa “accudito” dall’aria condizionata facendolo uscire per fare i bisogni solo nelle ore più fresche della giornata.
Inoltre, non fargli mai mancare l’acqua fresca da bere per regolare il calore all’interno del suo corpo. 

Anche il freddo è nemico del carlino, soprattutto dei cani anziani. Il carlino è un cane abituato al tepore della casa, in inverno è possibile che abbia freddo e soprattutto i cani anziani, potrebbero soffrire di bronchiti e tracheiti. Ti consiglio quindi, se hai un carlino freddoloso, di coprirlo con un bel cappottino.

5. ISPEZIONI REGOLARI

Ultima regola, ma non per importanza, è quella di osservare e ispezionare con attenzione il tuo carlino ogni settimana, ma anche ogni giorno se ce ne fosse la necessità. Ogni cambiamento del suo stato di salute quotidiano merita di essere preso in considerazione.

Pelle e pelo: poiché alcuni Carlini sono allergici a tante cose, è molto importante controllare regolarmente il pelo del tuo cane per vedere se ci fossero parassiti come pulci e zecche o inizi di dermatite e/o eczemi. 
Abbi cura di spazzolarlo regolarmente per mantenere il suo pelo pulito e lucido e per aiutare ad eliminare i peli morti che andrebbero a finire sul tuo tappeto.

Occhi: rispetto ad altre razze, il Carlino ha gli occhi più grandi e prominenti, sono quindi piuttosto vulnerabili. E’ indispensabile controllarli regolarmente, perché potrebbero ferirseli giocando o semplicemente sbattendo contro i mobili.

Problemi agli occhi, ai polmoni, alle zampine e alla pelle sono molto comuni nel carlino. Il checkup annuale è una buona medicina preventiva e aiuta a mantenere un Carlino sano e felice.

Queste sono le regole base che ogni proprietario di carlino dovrebbe sapere, ma si potrebbe scrivere una lista infinita.
Nel blog trovi altri articoli che potranno esserti d’aiuto nella crescita del tuo carlino e puoi sempre scaricare il mio ebook “Il carlino a modo mio – guida per proprietari alle prime armi” qui.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *