argento colloidale benessere naturale
Cura

Argento colloidale, benessere naturale per i nostri animali

L’argento colloidale è un rimedio terapeutico naturale, con proprietà rigeneranti per la pelle e i tessuti oltre che un’efficace antibatterico, antivirale e antifungino.

Come suggerisce il nome, l’argento colloidale è un composto di minuscole particelle d’argento elementare finemente distribuite in acqua distillata che restano sospese in essa senza sciogliersi.

Quindi, nonostante il nome possa far pensare a gioielli e monili vari, in questo caso parliamo di un prodotto “prezioso” in senso diverso, perché molto utile per la nostra salute e per quella dei nostri animali domestici.

L’argento colloidale e la sua storia

Già al tempo di Greci e Romani, ci si era resi conto che coloro che usavano utensili in argento erano meno soggetti a malattie e infezioni; perciò, nel corso dei secoli, questa scoperta è stata tramandata di generazione in generazione, attraversando epoche storiche e dinastie varie. Ovviamente, solo gli appartenenti alle classi privilegiate potevano permettersi il prezioso metallo, mentre tutti gli altri non avevano i mezzi per procurarselo.

Presso le corti più ricche accadeva che l’argento venisse usato praticamente per tutto: si beveva in coppe d’argento, si mangiava con posate d’argento, il cibo stesso veniva riposto in recipienti d’argento, e spesso piccole quantità di questo metallo venivano anche ingerite. In questo modo, le famiglie che vivevano a corte, erano molto più sane, tanto da sviluppare una sorta di immunità verso le infezioni.

Da secoli, in quasi tutte le correnti mediche, si trovano indicazioni sull’importanza dell’argento e dei suoi composti.

Dal 1928, anno in cui fu scoperta la penicillina, la medicina ha visto negli antibiotici un’arma miracolosa contro tutti i batteri. Con l’adozione entusiastica di questa novità, l’argento colloidale finì a poco a poco per essere dimenticato.

Si ricominciò a ricordare delle sue proprietà benefiche solo a fronte dello sviluppo di ceppi batterici sempre più resistenti, impossibili da sconfiggere perfino con i più moderni antibiotici.

Il ritorno dell’argento in medicina risale ai primi anni ’70. Il dott. Carl Moyer, presidente del Washington Department of Surgery, ricevette un contributo per sviluppare migliori trattamenti per le vittime di ustioni.

Il dott. Margraf, biochimico, lavorò con il dott. Moyer e altri chirurghi per trovare un antisettico abbastanza forte ma anche sicuro da usare su ampie parti del corpo. Il risultato dei loro sforzi fu quello di trovare centinaia di nuovi utilizzi medici per l’argento.

Come funziona l’argento colloidale?

Quella colloidale è l’unica forma di argento che può essere usata con sicurezza come integratore. E’ assorbito nei tessuti lentamente così da non causare irritazioni. Le particelle colloidali si diffondono gradualmente attraverso il sangue fornendo un’azione terapeutica prolungata nel tempo.

I suoi principali meccanismi d’azione antibatterica sono i seguenti:

  • Interagendo con il DNA dei batteri ne blocca la replicazione e la riproduzione
  • Rende inattivi gli enzimi vitali dei microrganismi e li distrugge
  • Ne blocca l’approvvigionamento energetico bloccando la sopravvivenza degli agenti patogeni
  • Provoca il distacco della membrana cellulare delle cellule batteriche e micotiche

Per le forme di vita primitive come i microrganismi, l’argento è tossico come i più potenti disinfettanti chimici. La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun organismo conosciuto che causa malattie (batteri, virus e funghi) può vivere più di qualche minuto in presenza di una traccia, seppur minuscola, di argento metallico.

Ecco perché l’assunzione di argento colloidale può combattere moltissimi tipi di infezioni, sia che venga usato a livello topico che sistemico.

Quali sono i benefici dell’argento colloidale?

Le indicazioni terapeutiche per l’argento colloidale sono moltissime, sembra che sia efficace contro oltre 650 differenti agenti patogeni, un record che nessun antibiotico ad ampio spettro è in grado, ad oggi, di superare!

L’argento colloidale è efficace contro parassiti, infezioni, influenza, e fermentazione. E’ efficace come aiuto alla digestione in quanto impedisce la fermentazione dei cibi nell’intestino.

  • Aiuta a ridurre le infiammazioni e favorisce la stimolazione della ricrescita dei tessuti danneggiati.
  • È un rimedio per le infezioni, favorisce un rapido risanamento
  • Aiuta a rinforzare le naturali difese del corpo
  • E’ senza gusto e senza odore, non irrita i tessuti sensibili
  • Può essere preso sia internamente che per uso esterno

E’ molto importante notare che, a differenza dell’antibiotico tradizionale, l’argento non indebolisce il sistema immunitario ma, al contrario, lo rinforza.

Se non siete ancora convinti ecco le testimonianze di alcuni medici:

Jim Powel scrisse nella rivista Science Digest (marzo 1978) un articolo intitolato “Il nostro più potente germicida”. ” Grazie a illuminate ricerche, l’argento sta emergendo come una meraviglia della moderna medicina. Un antibiotico può eliminare FORSE una mezza dozzina di organismi nocivi, mentre l’argento ne uccide circa 650. Non si sviluppa resistenza. Inoltre l’argento e praticamente non tossico”.

Il dott. Larry C. Ford del Department of Obstetric and Gynecology, UCLA School of Medicine, USA, in una lettera datata 1 novembre 1988 scrive che le soluzioni di argento hanno proprietà battericida e fungicida per la Candida Albicans e la Candida Globata.

Il dott. E.M. Crooks ha dichiarato che l’argento colloidale elimina organismi patogeni in tre o quattro minuti di contatto. Infatti non c’è microbo conosciuto che non sia ucciso dall’argento colloidale in sei minuti o meno e senza produrre effetti secondari.

Il dott. L. Keene (John Hopkins University) ha affermato che dal punto di vista terapeutico, solo i metalli colloidali presentano la necessaria omogeneità, le dimensioni delle particelle, la purezza e la stabilità per un grande risultato terapeutico.

Uno dei pionieri della ricerca sull’argento, il dott. Harry Magat di St. Louis (USA) ha dichiarato:

L’argento è il miglior germicida di ampio spettro che possediamo

Il ricercatore biomedico Robert O. Becker (1923-2008) dell’Università di Syracuse, New York, sostiene che “l’argento stimola profondamente la guarigione della pelle e in altri tessuti soffici, in un modo diverso da ogni processo naturale conosciuto e uccide le più pericolose infezioni di tutti i tipi, inclusi i batteri e i funghi che ci circondano”. E conclude “Quello che abbiamo fatto in effetti, è stato di riscoprire il fatto che l’argento elimina i batteri, come si è saputo per secoli, quando furono scoperti gli antibiotici, venne smesso l’utilizzo clinico dell’argento come antibiotico.”

Il dott. Bjorn Nordstrom, del Karolinska Institute, Svezia, ha utilizzato per molti anni l’argento quale trattamento per il cancro. Ha raccontato di aver guarito pazienti che erano stati abbandonati da altri medici perché considerati ormai incurabili.

Curiosità

L’ente aerospaziale americano, NASA, ha ricercato 23 differenti metodi per purificare l’acqua e ha scelto un sistema a base di argento per i suoi space shuttle.

Non solo la NASA, ma più di metà delle compagnie aeree mondiali usano filtri all’argento per l’acqua al fine di proteggere i passeggeri da malattie e da dissenteria.

Anche i Russi nelle loro stazioni spaziali utilizzano filtri di argento negli impianti idrici.

L’argento viene utilizzato spesso nelle piscine al posto del cloro.

Aziende giapponesi usano l’Argento per rimuovere ossido cianidrico e nitrico dall’aria.

 

Bibliografia

“Argento Colloidale – Parassiti – Metalli tossici e inquinanti o chimici” Edizioni Ecosalute

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *