Moda

I 4 effetti terapeutici dei pigiamini per carlino: scoprili qui.

Acquistare dei pigiamini per il tuo cane carlino, potrebbe sembrare un vezzo, un capriccio da proprietario vanitoso. In questo articolo, ti spiego invece perché questo accessorio potrebbe diventare determinante per la salute del tuo piccolo pug!

Pigiamini per carlino

Il cane carlino è certamente un soggetto particolare, bisognoso di molte attenzioni.
Non è quindi un cane per tutti.
E’ soprattutto un cane che ha bisogno del contatto con l’umano.

Se da una parte questa caratteristica può essere particolarmente gradita a chi lo ha in casa, perché raramente chi ha un cane si sente infastidito dalle sue richieste d’affetto, dall’altra potrebbe diventare un problema a lungo andare.

Psicologicamente il cane potrebbe risultare troppo dipendente dalla presenza della persona e non essere più in grado di vivere serenamente i momenti di solitudine che, inevitabilmente potrebbero capitargli.

Ecco perché a tutti io consiglio di acquistare dei pigiamini calmanti per carlino.

No, non sono impazzita! Adesso ti spiego perché sono così importanti.

Pigiamini per carlino: effetto T-touch

pigiama calmante per carliniHai mai sentito parlare della tecnica Ttouch? Ti spiego.

La Dott.ssa Linda Tellington, canadese classe 1937, con una passione sfrenata per i cavalli  inventa un metodo di reale comunicazione empatica tra uomo e cavallo, attraverso il massaggio.
Amplia poi il metodo scoprendo e sperimentando modi di addestramento che riescono a entrare nella testa dell’animale, rispettando le sue capacità di apprendimento individuale e di sviluppo.

Il Ttouch è un approccio particolare agli animali.
Io l’ho sperimentato sui cavalli, ottenendo dei risultati strabilianti.
Soggetti paurosissimi, diventavano sereni e consapevoli delle loro capacità. Da pericolosi per se stessi e gli altri (che dovevano montarli) a piacevoli e tranquilli, anche nelle situazioni più complesse.

Il metodo però si è evoluto ed oggi, molti professionisti sono in grado di applicarlo anche a cani, gatti e in realtà anche all’uomo e bambino.

Questo metodo insegna al soggetto (di qualunque specie esso sia) a rendersi conto della sua presenza nello spazio.

Come?

Attraverso la stimolazione di parti diverse dai soliti 5 sensi, che ci aiutano a percepire il nostro corpo nell’ambiente circostante: il sistema vestibolare e quello propriocettivo.

Propriocezione e sistema vestibolare: cosa sono?

Il sistema vestibolare o labirinto è una parte del corpo, posta subito dietro all’orecchio, ed è deputato alla percezione dell’equilibrio.
Se hai mai sofferto di labirintite sai che, se quegli ossicini chiamati otoliti, non sono posti nella posizione corretta, il tuo cervello percepisce il tuo corpo nello spazio in modo non allineato alla realtà, facendoti sembrare costantemente su una barca in mezzo al mare.

Da qui, nausea, vomito e capogiri molto fastidiosi ed invalidanti.

L’altro sistema è quello propriocettivo.
Lo sviluppo del core (che non è romanesco per dire cuore) ma sta ad indicare quello parte muscolare dell’addome e schiena che ci consente di restare in equilibrio quando siamo in piedi.

Fai una prova: se sei in piedi e qualcuno ti sollecita a muoverti, ti dà una piccola spinta per restare nella stessa posizione istintivamente rinforzerai i muscoli dell’addome e del tronco: ecco quello è il tuo core.

felpe per carlino ttouch

Labirinto nel metodo TTouch, consente al cane di fare esercizi di propriocezione e auto controllo

Inoltre a livello delle articolazioni e muscoli, esistono delle terminazioni nervose propriocettive che sono in grado di percepire la posizione e quindi mandare impulsi al cervello per indicargli esattamente cosa fare.

Anche i cani come gatti e cavalli e tutti gli animali, hanno sia il sistema vestibolare, che quello propriocettivo ed il metodo Tellington è in grado di stimolarli.
Il risultato è l’ottenimento di cani più tranquilli, sereni, consapevoli e rilassati, attraverso tre metodi principali: il massaggio, il lavoro a terra su cavalletti, barriere e piccoli ostacoli e le fasce!

Se sei interessato al metodo Ttouch ti consiglio di cercare il praticante più vicino a te, seguendo la pagina Facebook della referente per l’italia Valeria Boissier

Il metodo Ttouch si basa tra le altre cose, sull’ausilio di bendaggi elastici che vengono applicati a formare una croce sulla schiena o sulle spalle

felpe per carlino ttouch fasce

Fasce elastiche applicate sulla schiena con il metodo Ttouch

Le fasce applicate sul corpo fanno una certa pressione, non sono mai né troppo strette da essere fastidiose, né troppo larghe da ballare.
Mentre l’animale si muove, loro rimangono coerenti con il corpo e fanno sì che il soggetto ponga maggior attenzione alla sua postura.
Il cervello infatti viene maggiormente stimolato dalla presenza delle bende e quindi il senso della propriocezione farà porre maggior attenzione al movimento e all’equilibrio.

Ma i risultati migliori di questo metodo li vediamo soprattutto sul comportamento.
Soggetti ansiosi, particolarmente agitati, se trattati con questo metodo, riescono a raggiungere una serenità insperata.

Anche cani spaventati da rumori forti, o temporali o ancora dai botti, possono ricevere grande giovamento dall’utilizzo di questo bendaggio per rasserenarsi e addirittura riuscire a non avere quasi più paura.

Se quindi hai un cane con problemi di ansia, sempre agitato, potresti provare a sperimentare questa tecnica di educazione, addestramento e nuova comunicazione. Ti saranno certamente di grande aiuto.

E veniamo quindi, finalmente alle nostre felpe terapeutiche.

Effetti terapeutici dei pigiamini per carlino.

Antipanico durante i temporali (o nei momenti stressanti).

L’esperienza ci insegna che un cane spaventato, ansioso, il più delle volte cerca riparo nel nostro contatto, addirittura nel nostro abbraccio.
Esistono diverse scuole di pensiero sulla necessità o meno di incoraggiare questi comportamenti, soprattutto durante i temporali.

Alcuni educatori sostengono che assecondare con coccole e carezze un cane timoroso, sarebbe controproducente, perché rinforzerebbe le sue paure, come se dessimo un premio ad un comportamento scorretto.

Altri invece sostengono che, in queste situazioni, il contatto debba esserci.

Secondo la mia esperienza, è certamente complicato lasciare che un cane resti da solo, in un momento di terrore, come quello che possono scatenare i botti di capodanno o un temporale, o almeno io non riesco a farlo.

E’ vero anche che in effetti, assecondare questi comportamenti in modo eccessivo rende l’animale davvero troppo dipendente da noi e questo lo trovo ancor più crudele.

Ho notato quindi che la giusta via di mezzo, potrebbe essere la soluzione più corretta.

Mettere una felpa o un pigiamino, consente al cane di sentirsi accolto e rassicurato da un contatto costante.
Questo gli consentirà di rilassarsi, pian piano e di abituarsi a poter stare vicino a te, ma non per forza addosso, anche in momenti in cui c’è un forte stress.

Non dovrai utilizzarla solo in quei momenti, ovviamente!
Questo perché altrimenti assocerà la sensazione negativa dei botti e dei rumori alla presenza della felpa e questo sarebbe deleterio.
Abituerai il tuo carlino (se non lo è già) ad indossare la felpa nei momenti di divertimento: quando deve giocare, andare a spasso o anche mangiare.

Quando sarà abituato, indossarla anche quando dovrà sentire rumori forti lo farà sentire più sicuro.

Il potere tranquillizzante delle felpe per carlini durante la notte.

Lisa, 11 anni, dorme tranquilla con il suo pigiamino in morbido pile

Soprattutto per i cani anziani, spesso agitati, la notte è un vero tormento. Su, giù, avanti e indietro e poi non trovano la posizione…insomma peggio di un marito che russa!!

Prova a mettergli una felpa o anche un bel pigiamino caldo. Dormirà sereno tutta notte… e tu con lui!!

 

 

 

E se ha spesso prurito? La felpa per carlini rilassa la pelle.

Il motivo di questo effetto, risiede ancora nella percezione del corpo e dello stimolo che arriva al cervello e ritorna alla pelle.
Soprattutto in questa stagione, in cui il freddo comincia a farsi sentire, la cute può irritarsi più facilmente e quindi diventare più sensibile e pruriginosa.

Ecco che avere addosso una felpa, un pile o una tshirt, ha lo stesso effetto del leccamento o del grattarsi.
Il tessuto a contatto con il derma invia al cervello uno stimolo come se si stesse grattando, tranquillizzando l’animale.

Per questo motivo abbiamo creato delle felpe/pigiamino per carlini ad effetto calmante in morbidissimo pile velluto:

  • la forma della felpa con il collo alto che arriva quasi alle orecchie impedisce al cane di grattarsi e procurarsi quindi lesioni o ferite.
  • Il corpo è fasciante ma soffice come un caldo abbraccio.
  • Non ci sono maniche per renderlo ancora più comodo e fruibile sia nel metterlo che nei movimenti per il cane.

Le felpe per carlino, evitano gli stress da sbalzi di temperatura.

Infine l’ultimo e forse più scontato effetto terapeutico è quello di prevenzione degli sbalzi di temperatura.
Il freddo oramai è arrivato e i nostri cani che vivono in casa, soffrono molto questa condizione.
Gli sbalzi di temperatura sono deleteri, non solo per l’apparato respiratorio già delicato di suo, ma anche per quello gastroenterico che potrebbe risentire del cambio atmosferico che subisce più volte al giorno, con improvvise, quanto spiacevoli diarree.

Per rinforzare le difese immunitarie di polmoni e intestino potrai utilizzare degli integratori a base di antiossidanti e fermenti attivi.

Ricorda quindi di utilizzare sempre una copertura prima di uscire!!

Insomma se vuoi un carlino felice, non potrai fare a meno di avere una o due felpe (il cambio è d’obbligo)….

Non hai che l’imbarazzo della scelta qui!

Noi ci troviamo al prossimo appuntamento e se hai bisogno di qualche consiglio in più, non dimenticarti di iscriverti al nostro gruppo Facebook, il carlino in salute!!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.