carlino naso screpolato
Cura

Naso secco e screpolato nel cane carlino: cause e rimedi

Mi è capitato molto spesso di vedere carlini con il naso molto screpolato e proprietari che non si rendono conto del fatto che, questo può essere un disagio per il cane ed è quindi necessario intervenire.

Se il tuo cane ha il tartufo molto secco, tanto da formare delle crepe, è necessario prendersene cura adeguatamente il prima possibile. Ti spiego come…

Quando tocchi il naso del tuo carlino è ‘liscio e umido’ o ‘ruvido e secco’? 

Il naso del cane può variare da umido ad asciutto in vari momenti della giornata: ad esempio, quando Fido si sveglia da un sonnellino, è probabile che il naso sia un pò secco, e questo è perfettamente normale.

Se però il naso del tuo carlino è sempre eccessivamente secco e soprattutto ruvido al tatto, tanto da mostrare delle crepe, è necessario intervenire prima che la situazione peggiori.

Un naso secco può rapidamente degenerare, asciugandosi e formando delle croste secche che si sfaldano e sanguinano. Questo non significa sempre che il cane sia malato, ma indica un problema di fondo che merita un’attenta valutazione da parte del tuo veterinario.
Sapere cosa provoca la secchezza del naso del tuo cane può aiutarti ad arrivare prima ad una guarigione.

Cause principali di naso secco nel cane:

CLIMA RIGIDO 

Il clima freddo può avere un impatto forte sulla pelle dei cani come accade per le persone, il che porta a secchezza e screpolature. Anche lo sbalzo termico fra il caldo asciutto della casa e il gelo all’esterno può provocare screpolatura della pelle del naso del tuo cane.

RISCALDAMENTO 

Il riscaldamento e i termosifoni usati durante l’inverno emanano un calore molto secco che abbassa i livelli di umidità in casa, il che può avere un effetto essiccante sulla pelle dei cani e delle persone.

ESPOSIZIONE AL SOLE

Soprattutto d’estate, il naso dei cani potrebbe seccarsi e, nei casi più gravi, arrivare addirittura a screpolarsi, causando fastidi e prurito. 
Soprattutto una prolungata esposizione al sole (cosa che ti ricordo essere sconsigliatissima per tutti i cani ma soprattutto per i brachicefali come carlino e bulldog francese) può causare il surriscaldamento del naso del cane che può scottarsi.

ALLERGIE

Qualsiasi posto dove il tuo cane mette il naso può portare un’allergia da contatto: cibo, ciotole di plastica o giocattoli in gomma, prodotti per la pulizia della casa, e praticamente qualsiasi altra cosa a cui il cane può sviluppare sensibilità.

DISIDRATAZIONE 

Un cane gravemente disidratato sarà più incline ad avere un naso molto secco, il che incrementa la probabilità che si screpoli. Anche i cani anziani, inclini alla disidratazione, possono avere il naso molto secco e sfaldato.
Non dovrebbe esserci nemmeno la necessità di dirlo ma ogni cane ha bisogno di un accesso continuo a fonti di acqua fresca e pulita e dovresti fare uno sforzo per incoraggiarlo a bere quando fa molto caldo o fa esercizio.

PATOLOGIE

Esistono una gamma di patologie ormonali e non che possono causare screpolatura del naso del tuo cane e ciò può essere il primo segnale che c’è qualcosa che non va con la sua salute generale.

Se il naso del tuo amico a quattro zampe risulta molto spesso o ruvido, ciò può indicare la presenza della malattia di Cushing (iperadrenocorticismo) e un’ampia gamma di altre patologie ormonali che possono anche portare a cambiamenti della consistenza del naso e problemi come screpolatura. 

Anche la Leishmaniosi può essere una causa plausibile. Per questo motivo è molto importante ricorrere ad una visita medica se il cane presenta un naso che si sta screpolando e non ne conoscete il motivo.

L’importanza di un naso integro e sano nel cane.

naso secco carlinoAnche se i nostri amici carlini non sembrano avere un olfatto particolarmente sviluppato, il naso è molto importante anche per loro.

Il senso più sviluppato nei cani è l’olfatto, infatti i cani usano i loro piccoli nasi umidi per analizzare e capire il mondo che li circonda. I cani non possono nemmeno sentire l’odore senza un musino umido, e questo può causare agitazione e nervosismo.

Il naso secco può interferire con la capacità del cane di annusare correttamente. 

Il naso asciutto del tuo cane ha bisogno di un trattamento immediato per ridurre il disagio e migliorare il senso dell’olfatto.

Se noti che il naso del tuo cane è asciutto, ci sono alcune cose che devi fare per aiutarlo a stare meglio e renderlo più felice, più sano e pronto ad annusare il mondo intorno a lui.

4 Consigli per aiutare subito il tuo cane con il naso screpolato.

1. Prendi nota dei dettagli

Quando il naso del tuo cane diventa asciutto: è solo durante determinati periodi della giornata o dell’anno? Da quanto tempo hai notato questo problema? 
Prendi nota dei dettagli per aiutare il tuo veterinario a capire meglio la causa di questo problema.

2. Chiama il tuo veterinario

Adesso che hai annotato tutti i dettaglia, richiedi un consulto al tuo veterinario. Il veterinario potrà fare alcuni test per escludere allergie o verificare lo stato di salute del cane ed escludere patologie ben più serie.

3. Rimuovi i potenziali allergeni

naso secco cane carlinoLe allergie sono una delle principali cause del naso secco nei cani. La cosa difficile delle allergie è che cani diversi hanno sensibilità molto diverse, però ci sono alcuni fattori piuttosto comuni che puoi rimuovere per vedere se ciò fa la differenza:

Togli le ciotole di plastica: la plastica è un’allergia molto comune e facilmente riscontrabile nel cane. Ti basterà sostituire le ciotole con quelle in ceramica che puoi trovare in moltissimi negozi per animali.

Attenzione ai giochi per cani: soprattutto quelli di scarsa qualità possono contenere degli allergizzanti, sia quelli in gomma che quelli in tessuto.

Scegli solo alimenti di qualità: anche se qui il discorso è troppo ampio per essere riassunto in poche righe, devo metterti in guardia da tutti questi premietti per cani che sembrano tanto golosi ma possono contenere degli ingredienti altamente allergizzanti per il tuo cane.

Variazioni ambientali: non è semplice ma cerca di capire se in alcune stagioni o periodi dell’anno, il naso del tuo cane subisce delle mutazioni. Non dimenticare il fattore clima e riscaldamento che certamente influiscono tantissimo sull’idratazione della pelle del tuo cane.

4. Idrata naturalmente il naso del tuo cane

Qualunque sia la causa che porta il tuo cane ad avere il naso screpolato, puoi dargli un immediato sollievo idratando il suo tartufo con un balsamo lenitivo naturale (proprio come faresti con un burrocacao sulle tue labbra).

Gli ingredienti naturali del nostro Balsamo Naso e Polpastrelli lavorano per lenire la pelle secca e irritata, fornendo sollievo immediato e potere curativo. Inoltre, il nostro prodotto, aiuta a proteggere il naso del tuo cane da futuri attacchi climatici.

⇒ Ti potrebbe interessare: Pulizia e cura delle rughe del cane carlino.

Benefici del Balsamo Naso e Polpastrelli di Pimp My Pug

balsamo naso pimp my pugIl naso secco del cane può avere, come abbiamo visto, tantissime cause. Ognuna merita di essere valutata in modo da arrivare precocemente alla soluzione del problema. 

Ad ogni modo, idratare il naso del cane è davvero molto importante così come lo è per noi idratare le nostre labbra.

Nel gruppo de ‘Il carlino in salute‘ abbiamo trattato spesso questo argomento e ho appreso che molti utilizzano erroneamente prodotti come Vaselina o pasta Fissan sul naso del proprio carlino.
Questi prodotti, non hanno un reale potere idratante perchè la loro composizione è esclusivamente a base di petrolati chimici e siliconi che creano una patina sul naso (o sulla pelle) del cane senza idratarlo, ma anzi soffocando la cute senza permettere una corretta rigenerazione delle cellule.

Il Balsamo Naso e Polpastrelli di Pimp My Pug è stato creato con una formula unica che nutre e idrata in modo naturale. Non troverai questo balsamo in nessun negozio perchè viene creato solo per noi da un piccolo laboratorio erboristico della provincia di Piacenza.

Cosa può fare il Balsamo Naso sulla pelle del tuo cane:
• Idrata
• Rigenera e cicatrizzante la cute lesa
• ripara dai danni del sole
• impedisce ai batteri di proliferare
• è completamente commestibile (ed è anche particolarmente goloso) quindi, se anche il tuo cane riuscirà a leccarlo, non farà alcun male

Una ricetta esclusiva

Un cane sensibile come il carlino merita di essere trattato con prodotti accuratamente scelti e delicati; per questo motivo, ogni ingrediente del Balsamo Naso e Polpastrelli, è stato ricercato con cura ed è 100% NATURALE.

Il Balsamo Naso e Polpastrelli donerà un sollievo immediato al naso del tuo cane grazie al potere altamente idratante e rigenerante dei suoi 3 INGREDIENTI PRINCIPALI:

OLIO DI COCCOolio_cocco per il carlino

Anti-fungino e antibatterico
Gli acidi grassi presenti nell’olio di cocco sono molto efficaci nel distruggere batteri e funghi patogeni.

E’ ricco di vitamina E e applicato sulla pelle la rende estremamente morbida. Ha effetto idratante e rientra in prodotti specifici per il trattamento di eczemi, dermatiti e anche della psoriasi.

burro-di-karite per il caneBURRO DI KARITE’

Idratante e Anti-infiammatorio
Il burro di Karité ha l’eccezionale capacità di mantenere la pelle idratata e di fungere da schermo solare grazie alle sue proprietà emollienti e idratanti.

Il burro di Karitè è dotato di spiccate proprietà anti-infiammatorie e si rivela molto utile anche per combattere l’arrossamento e le screpolature del naso. Essendo un potente rigenerante cellulare, aiuta l’organismo a riparare velocemente le ferite e a combattere anche le abrasioni più pesanti.

olio-di-jojoba-CANEOLIO DI JOJOBA

Lenitivo e Protettivo
Possiede proprietà emollienti e protettive per il PH della pelle, inoltre è un idratante naturale e aiuta a regolarizzare le secrezioni sebacee. Non ultimo è un antirughe, un disinfettante e antimicotico naturale.

Ricco di Vitamina E, B2 e B3 e minerali contrasta e lenisce problematiche legate alla pelle come psoriasi, pelle secca e desquamazioni, acne, prurito, eczemi e funge perfettamente come filtro solare. Penetra velocemente nella pelle, non unge e appesantisce, ma lascia una sensazione setosa e morbida.

Come utilizzare il Balsamo

Questo Balsamo può essere applicato sul naso del cane e sui polpastrelli come misura preventiva per la secchezza e le screpolature, oppure può essere usato per trattare e curare le ferite dolorose e la secchezza già presenti.

Non ti nascondo che è ottimo anche per le nostra labbra come burrocacao o per trattare la secchezza intensiva delle mani. Io lo uso abitualmente, in inverno specialmente, quando la bocca e la pelle si disidratano a causa del freddo intenso. 

Essendo un prodotto naturale e delicato non esiste un sovra-dosaggio però è indicato, a titolo preventivo, utilizzare il Balsamo 1 o 2 volte a settimana.
Se il naso è particolarmente screpolato potrai utilizzarlo 1 o 2 volte al giorno fino a quando non si noteranno miglioramenti.
I risultato sono visibili dopo circa 2/3 settimane di utilizzo.

Dove acquistare il Balsamo

Il Balsamo Naso e Polpastrelli originale lo trovi solo sul nostro sito internet. Acquistalo qui.

Related Posts